perché ho scelto di fare questo lavoro

Perchè ho scelto di fare questo lavoro

Come mai ho scelto di fare proprio questo lavoro?

Sono una cercatrice di tesori.

 

 

 

Perché ho scelto di fare questo lavoro: il motivo principale è perchè mi piace dare una seconda vita ad oggetti che hanno una storia da raccontare; mi piace immaginare chi fossero i precedenti proprietari e in quali occasioni amavano indossarli.

 

 

Come tutto è nato

Vengo da una famiglia di antiquari. La mia adolescenza e gioventù è stata caratterizzata da mobili e oggetti antichi, dal cercare pezzi particolari, dal capire stile ed epoca, dal mixare moderno e antico.

 

I miei genitori avevano un negozio nel mio piccolo paese. La maggior parte della loro clientela era forestiera, veniva da lontano.

Hanno pensato di allargare il giro, inizialmente facendo i mercatini antiquari della mia regione, successivamente partecipando alle grandi fiere italiane del settore.

 

E’  andando con loro ai mercatini che ho cominciato davvero ad esplorare. Li aiutavo nell’ allestimento dello stand, per poi perdermi nel visitare gli altri espositori e nel vedere la varietà di merce che c’ era.

 

La nascita di una passione

La vera svolta c’ è stata durante gli anni in cui partecipavamo alla fiera “Mercanteinfiera” di Parma. C’ è ancora oggi, ma è tutta un’ altra storia rispetto a quella di 15 anni fa.

E’ la più grande fiera di antiquariato e modernariato esistente in Italia, ancora oggi. Ricordo mia madre che è stata in lista d’ attesa per due anni prima di poter entrare come espositore.

 

Una volta lì l’ impatto è stato notevole. Tre padiglioni enormi pieni zeppi di roba.

Gli espositori venivano da tutta Italia e anche dall’ estero. La quantità di bellezza, di diversità di stile, di oggetti era enorme. Impiegavo giorni per visitarla tutta.

 

“Perdevo” un sacco di tempo soprattutto nel reparto modernariato ed ero affascinata dalle borse e dai gioielli, più che dai vestiti; dall’ atmosfera, dai colori, dai profumi degli oggetti e dalla gente. Estrosa e particolare alla ricerca del pezzo inusuale, unico.

 

Ho cominciato così: guardando i gioielli, facendo domande sui materiali e sulla provenienza, parlando con gli espositori, io sono molto curiosa. E’ così che ho scoperto l’ esistenza della bigiotteria americana e mi si è aperto un mondo, totalmente sconosciuto e bellissimo che non sapevo nemmeno esistesse.

 

Sono sempre stata immersa in mobili e quadri, i miei trattavano oggetti italiani, avevo studiato prevalentemente la storia del mobile in Italia, i vari stili e le varie epoche, da poco mi stavo approcciando alla ceramica sia italiana che inglese.

Ma il colpo di fulmine con la bigiotteria fu immediato.

 

Ho cominciato proprio a Parma, durante la fiera, a comprare libri di bigiotteria vintage americana, difficili da trovare e quasi tutti in inglese. Libri sui grandi marchi: Trifari, Coro, sui materiali e le lavorazioni, così ho iniziato a farmi una cultura sul “gioiello fantasia”.

 

L’ evoluzione

Lo step successivo è stato capire dove poterli acquistare. Ho cominciato a cercare on line, in America, siti dove si potevano comprare. Inizialmente li acquistavo per me: soprattutto orecchini e collane che volevo indossare io, per caratterizzare il mio look in maniera estrosa.

 

Poi mi sono lasciata prendere la mano e ho davvero accumulato una gran quantità di gioielli da portarmi a rivenderli su Ebay Italia. Molte volte ho comprato gioielli e borse anche per il negozio di mia madre.

 

Oggi, perché ho scelto di fare questo lavoro

Non ho mai abbandonato questa grande passione, nonostante abbia cambiato lavoro, città, siano nati i miei figli ecc… Quello che faccio oggi è cercare gioielli e accessori inusuali, che abbiano una storia da raccontare e donare loro una seconda chance, per poter arricchire i tuoi abiti e raccontare chi sei.

 

Mi definisco una cercatrice di tesori perchè vado letteralmente alla ricerca di gioielli e accessori vintage, nei mercati, nelle fiere, da privati. Mi piace proporteli attraverso il mio negozio on line sulla piattaforma Etsy.com e anche nei mercatini locali, dove è sempre un piacere conoscerti e fare quattro chiacchiere.

 

 

** P.S. Ti è piaciuto questo articolo? Potrebbe interessarti anche questo! **

In regalo l’ ebook “la storia del gioiello”

Iscriviti alla mia Lettera Senza Tempo, te ne mando una al mese dove ti racconto in anteprima tutte le novità in arrivo su Senza Tempo Jewelry, condividerò con te riflessioni sulla mia vita e sul lavoro, ti racconterò storie che mi hanno appassionato. Non mancheranno sconti e promozioni riservate a te e qualche regalo.






No Comments

Post a Comment